2002-2012 XPLORE Tour Operator 10 anni di passione sugli states
xplorenewyork

contatta i nostri uffici

XPLORENEWYORK by Xplore srl

Via Matteo Pescatore 9/b
10124 Torino

+39 011 813 6337
+39 011 813 6928 (fax)

info@xplorenewyork.it

Lun-Ven
9.30-13 / 14.30-19
Sab e Dom chiusi

rimani connesso

Instagram Instagram FlickrBlog

newsletter


Iscriviti subito per rimanere sempre aggiornato su offerte e promozioni!




Iscriviti
XPLORENEWYORK - Contatti
Breve storia di New York

Breve storia di New York

Prima dell'arrivo degli europei, l'area occupata da New York City era abitata dalle native tribu indiane Algonchine mentre il primo esploratore europeo a giungere a Manhattan fu l'italiano Giovanni da Verrazano nel 1524 ma dovette passare più di un secolo prima che un altro esploratore (Henry Hudson, inglese al servizio della Compagnia olandese delle Indie) tornò sulle stesse terre. La Compagnia delle Indie aveva messo le mani su questi territori e nel 1624 le prime famiglie si trasferirono nell'attuale Manhattan per viverci, comprandola dai nativi americani per un baule di cianfrusaglie del valore di 25 dollari e la chiamarono New Amsterdam.

Gli inglesi non la presero bene e poco dopo si ripresero quella terra, ribattezzandola New York in onore del duca di York.

Nel secolo successivo i malumori aumentarono fino ad arrivare alla rivolta, alla conseguente Guerra di Indipendenza e alla liberazione di New York dagli inglesi nel 1783: in quegli anni Manhattan contava 33.000 abitanti e nei successivi decenni tutta la città riusci a trovare ingenti risorse per avviare imponenti opere pubbliche. A metà dell'Ottocento cominciarono ad arrivare le prime ondate di immigrati, soprattutto tedeschi e irlandesi: mano d'opera a costi bassissimi ma anche epidemie di febbre gialla e colera, aggravate dalla scarsita d'acqua e dalle condizioni di vita malsane in una città non pronta a ricevere così tante persone in fuga dal Vecchio Continente.

storia di New York
storia di New York
storia di New York
storia di New York
storia di New York
storia di New Yorkstoria di New York

In pochi anni la popolazione arrivò a toccare i 3 milioni di abitanti e corruzione e violenza aumentarono esponenzialmente. Nel frattempo la città cresceva a vista d'occhio e nuove linee ferroviarie di superficie prima e interrate (metropolitana) poco dopo, spinsero la gente a costruire fino ad Uptown e nel Bronx. I ricchi iniziarono a spostarsi da Downtown e a creare splendidi quartieri residenziali lungo la Fifth Avenue, nacquero alberghi, ristoranti, teatri, giornali, Thomas Edison inventò la lampadina e l'illuminazione pubblica e fu aperto il Brooklyn Bridge.
Il '900 inizia con la nascita dei sindacati per consentire i diritti base ai lavoratori, l'apertura della Grand Central Station e l'inizio del proibizionismo. Inizia l'era del Jazz e dei locali clandestini fino al crollo di Wall Street del 1929 che mise fine alla festa. Moltissima gente andò sul lastrico ma, per assurdo, alcuni tra i piu importanti grattacieli vennero completati in questi anni: l'Empire State Building, il Chrysler Building e il Rockefeller Center.

La città lentamente si risollevò grazie anche al New Deal di Roosevelt e durante il boom economico del dopoguerra New York riguadagnò la sua posizione di preminenza in campo finanziario, artistico e delle comunicazioni. Tensioni e disagi però tra immigrati latini e afroamericani andavano crescendo, nacquero scontri razziali e rivolte con un culmine di violenza negli Anni '60 e '70 che, abbinata a politiche economiche sbagliate, fece crollare New York in anni di crisi fino all'inizio degli Anni 80 quando, complice anche un crollo del dollaro e delle tariffe aeree, arrivarono masse di turisti europei. Grazie anche a loro la città si risollevò ancora: venne completato il World Trade Center e New York inizio a divenire celebre per la vita notturna e l'enorme numero di artisti. Soldi facili e fortune a Wall Street hanno le gambe corte e nel 1990 New York è nuovamente in piena crisi economica: il divario tra le classi sociali è enorme, così come il debito della città, aumentano gli homeless, i furti e la violenza...è il 1993 e Rudolph Giuliani diventa sindaco.

storia di New York
storia di New York
storia di New York
storia di New York
storia di New York
storia di New York
New York

Il pugno durissimo funzionò, la reputazione della città migliorò e l'economia si riprese con una crescita che sembrava inarrestabile: New York stava cambiando per sempre, in meglio per sicurezza, turismo e investimenti, non proprio in meglio per la fuga di artisti dovuta al lievitare dei costi della vita.

La gloriosa New York degli anni '60-'90 era ormai un ricordo, grandi negozi e investitori arrivarono in città e New York superò brillantemente anche il più grande attentato terroristico agli Stati Uniti: il crollo delle Torri Gemelle l’undici settembre 2001.
L'anno dopo il repubblicano Bloomberg divenne sindaco e nonostante i malumori iniziali fu subito apprezzato per gli interventi duri ma giusti per migliorare sempre il "un meraviglioso mosaico" che è New York.
close
▲ Torna su